piccoli-stefano

Autore romano, classe ’70, nei primi anni ’90 fonda il cult magazine Katzyvari con David “Diavù” Vecchiato e Paolo “Ottokin” Campana, per poi proseguire con il proprio personaggio Il Massacratore che diventa un’icona del fumetto indipendente italiano di quella decade, fino alla sua pubblicazione per la Play Press Publishing. Mentre collabora con Eura Editoriale (all’interno del progetto Napoli Ground Zero su Skorpio, disegnando la serie Stella su testi di Lorenzo Bartoli) fonda l’etichetta Factory insieme a Roberto Recchioni, Diego Cajelli, Luca Bertelé, Walter Venturi, Leomacs e Paolo Campana, mentre collabora anche con la Comic Art di Rinaldo Traini, con la Magic Press Edizioni (sia su albi da colorare per bambini che sulla rivista mensile BIZ Hip Hop Magazine, che dirige insieme ad Ice One) e con Coniglio Editore, per cui scrive il libro The Shield: strade violente, polizia corrotta.
In forza alla Tunué, dopo Roots 66 (2008) pubblica il suo secondo graphic novel Kuore nella notte (2014). A ottobre 2015 pubblica il libro a fumetti Guerrilla Radio, dedicato alla vita di Vittorio Arrigoni (Round Robin Editrice). Oltre al fumetto, si occupa professionalmente di grafica creativa (soprattutto in ambito abbigliamento e cartotecnica per brand tra i quali Lonsdale, Disney, DC Comics, Pickwick, Onyx e Fiorucci), di giornalismo musicale (collaborando con testate quali Rockstar, Rumore, Vanity Fair, Videomusica.it e Blackmagazine.it di Nexta Media), di consulenze editoriali per la Regione Lazio (libri, gadget, coordinamenti fieristici) e della direzione artistica di eventi e manifestazioni. E’ il fondatore di ARF! «Festival di storie, segni e disegni» che dirige e organizza insieme a Daniele “Gud” Bonomo, Paolo Campana, Mauro Uzzeo e Fabrizio Verrocchi.

GALLERIA IMMAGINI